Testa e collo sono dritti, gli occhi guardano in piano

“Tou zhen ling zhi, liang mu ping shi”

Questo requisito riguarda la testa ed il metodo degli occhi (yanfa); in altre parole, bisogna seguire la mano anteriore, ma senza tenere gli occhi fissi su di essa e senza oscillare la testa osservandone i movimenti.

(Nella foto, la Maestra Chen Peiju esegue Il Jingang che batte nel mortaio).

Questa voce è stata pubblicata in chen, Maestri, taijiquan, xiaojia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.